blog-img_04

Le regole da seguire per arredare le camerette montessoriane

Avete deciso di optare per un arredamento montessoriano per la cameretta dei vostri bambini e avete bisogno di qualche consiglio su come disporre mobili ed elementi d’arredo? Siamo lieti di darvi una mano con un pratico vademecum.

Le regole per arredare le camerette montessoriane sono poche e semplice, e hanno l’obiettivo di dare vita a un microcosmo completamente a misura di bambino, attraverso la collocazione di elementi d’arredo che contribuiscono al corretto sviluppo psicofisico dell’infante.

Il Metodo Montessori, lo ricordiamo, è considerato uno dei più validi approcci educativi mai concepiti, poiché mette al centro la spontaneità del bambino e la sua autonomia nell’apprendimento e nella maturazione. Questa metodologia favorisce l’indipendenza del piccolo e rappresenta in qualche modo la nemesi di un’educazione prettamente autoritaria.

Le camerette montessoriane si basano dunque sul principio che, nell’ambiente a misura di bambino, tutto debba essere pensato per essere facilmente raggiunto e immediatamente fruibile limitando al massimo l’intervento degli adulti.

Ecco dunque le regole da seguire per arredare una cameretta montessoriana:

  • Date vita a un ambiente a misura di bambino, ossia che il piccolo possa utilizzare da solo. Citando la stessa Maria Montessori, la cameretta dovrà contenere “Una piccola panchetta-lavatoio, un cassettone con cassetti che può aprire, oggetti di uso comune che può manipolare, un piccolo letto in cui può dormire la notte sotto una bella coperta che può piegare e stendere senza aiuto. Dobbiamo fornirgli un ambiente in cui possa vivere e giocare; così lo vedremo lavorare tutto il giorno con le sue mani e aspettare con impazienza di spogliarsi da solo e sdraiarsi sul suo lettino”.
  • Disponete mobili e complementi d’arredo con il fine ultimo di stimolare la creatività del bambino ma sempre prestando la massima attenzione a ciò che davvero gli piace. Rispettate dunque i suoi interessi e la sua personalità.
  • La cameretta montessoriana è un ambiente orientato anche ai concetti di ordine e pulizia, organizzazione e sicurezza. Dal momento che il bambino vivrà la sua cameretta in un’autonomia quasi totale, stimolatelo da subito a dare importanza all’ordine mostrandogli come riporre ogni cosa al suo posto.
  • Se il bambino è ancora molto piccolo, prestate attenzione ai possibili pericoli rappresentati dalle prese di corrente, che potete provvedere a coprire, oppure a eventuali spigoli vivi che potranno essere corretti con gli appositi paraspigoli.
  • Ricordate che il fulcro della cameretta montessoriana è rappresentato dal lettino che, nel rispetto del Metodo Montessori, dovrà essere basso. In questo modo il bimbo potrà salire e scendere in totale autonomia e avere una perfetta visuale su ciò che lo circonda. Fermo restando che esistono veri e propri lettini montessoriani, in alternativa potete utilizzare il classico futon giapponese. In ogni caso, le misure del lettino montessoriano sono molto precise: in termini di altezza da terra, esso non dovrà mai superare i 20, massimo 25 centimetri – materasso compreso!
  • Una volta che avrete risolto il problema del letto, dedicatevi al resto dell’arredamento della cameretta montessoriana tenendo sempre presente che tutto dovrà essere sempre a portata di bambino, sia da un punto di vista fisico che emotivo. Il guardaroba, ad esempio, non dovrà essere molto grande, poiché i bimbi non hanno bisogno di preoccuparsi troppo dei vestiti.
  • Perché il vostro bimbo possa appendere da solo il proprio giubbotto o grembiule, utilizzate un attaccapanni da muro sistemando a un’altezza tale che il piccolo possa raggiungerlo senza problemi
  • Utilizzate la classica cesta montessoriana, utilissima per riporre giochi e oggetti. In alternativa – ma anche in aggiunta – potrete optare per le classiche mensole, sempre collocate a un’altezza raggiungibile da parte del bambino.
  • Date spazio ai colori, che stimolano benessere, fantasia e creatività! Non soltanto in termini di arredo, ma anche di cromia delle pareti. Oltre alla classica pittura murale, potrete sfruttare i tanti soggetti dei sempre più diffusi sticker murali.

Ecco la nostra lista di regole per arredare le camerette montessoriane. Siamo certi che, con un design corretto, il vostro bimbo si sentirà perfettamente proprio agio – come in un piccolo mondo studiato su misura per lui.

To Top